Rio Elba trekking Isola d’ Elba

Rio Elba trekking Isola d’  Elba

NEL MONDO DEL FERRO

RIO ELBA (200 m) – LE PANCHE (327 m) – MONTE CAPANNELLO (496 m)
MONTE STREGA (427 m) –
S. CATERINA (268 m) – TORRE GIOVE (352 m)
RIO ELBA (200 m)

Dislivello: 380 m; – Tempo di percorrenza: ore 3-4. –Difficolta’: “E”

Si parte da Rio nell’Elba a 200 m, caratteristico borgo minerario dove si può visitare il museo dei minerali elbani “gente di Rio”.
Si esce dal paese da una porta castellana in direzione del Volterraio e si percorre una strada sterrata in salita fino ad incrociare la provinciale proveniente
rio elba trekkingda Portoferraio, in località Le Panche.
Da qui si può decidere di fare una breve deviazione per visitare il castello del Volterraio, affascinante fortezza mai espugnata, altrimenti si prosegue fino a raggiungere la sommità di Monte Capannello (496 m), facilmente individuabile grazie ad un’antenna militare.

Da questo punto fino alla discesa da Monte Strega (427 m) si gode di uno straordinario paesaggio. Infatti camminando sul crinale su facili sentieri si possono ammirare contemporaneamente le coste meridionali e settentrionali dell’isola.
Scesi da Monte Strega per uno

elba trekking rio elba

scosceso sentiero ci si ritrova sulla provinciale che percorreremo per qualche centinaio di metri fino ad incrociare la strada sterrata che porta all’eremo di S. Caterina, piccola chiesetta oggi adibita a centro di cultura internazionale, dove si possono ammirare piante di rose antiche introvabili altrove.

Costeggiando l’eremo a nord si individua un sentiero appena visibile che porta a dei vecchi ruderi di abitazioni agricole; da li si scende verso la provinciale, attraversata la quale si inizia la salita alla fortezza del Giove, romantico rudere della metà del XIV secolo. Rio nell’Elba si trova questo punto a circa 4 chilo

metri di distanza che possono essere percorsi a piedi sulla provinciale, in quanto, pur essendo una strada asfaltata, è pochissimo frequentata e presenta sui bordi interessanti formazioni geologiche.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *